Akropolis

Akropolis

Il progetto Akropolis

relazione a consuntivo

Il progetto Akropolis, promosso e realizzato dall’Associazione Terre d’Acqua e dal Gal Oglio Po in collaborazione con la Strada del Gusto cremonese ed il sostegno dei Distretti culturali di Cremona e Mantova, finanziato dalla Fondazione Cariplo e dalla Regione Lombardia, ha costituito un concreto elemento di raccordo tra una serie di eventi locali, conferendo un carattere unitario a tutto vantaggio della maggiore visibilità tanto del territorio che delle sue produzioni tipiche.

Il progetto si è svolto lungo due linee direttrici:


- La tavola del territorio
- La musica di terre d’acqua

comprese in un’offerta e in una campagna di comunicazione integrata.

La Tavola del territorio si è svolta dal 5 maggio al 16 settembre 2012 coinvolgendo la popolazione dei comuni tra Cremona e Mantova con eventi culturali, incontri pubblici e degustazioni guidate che hanno suscitato il notevole interesse degli intervenuti.

Diverse le attività programmate che si troveranno anche in documentazione allegata alla presente

1. Ciclo di cene a tema “Parole e Musica” ;
2. Laboratori didattici di cucina e live cooking show per adulti e bambini;
3. Spettacoli musicali e teatrali connessi alla valorizzazione dei prodotti tipici e delle tradizioni locali;
4. Banchi d’assaggio gestiti da tecnici degustatori.


11 i comuni coinvolti, 21 giornate dedicate, 3500 persone presenti alle degustazioni con provenienze di prossimità (paesi limitrofi) ma anche da Milano, Brescia, Parma, Mantova e Reggio Emilia.
Va altresì considerato che in un paio di occasioni il maltempo ha creato non pochi problemi..
Per ciò che concerne le cene a tema denominate “Parole e musica” segnaliamo che è stata registrata la presenza di oltre 500 persone, svoltesi in ambienti di particolare interesse monumentale e storico culturale, con particolare cura per la rappresentazione scenografica, i dettagli e i menu proposti: a base di produzioni tipiche della province di Cremona e Mantova, accompagnati da vini lombardi. Le degustazioni guidate, con garbo e con sobrietà per non apparire ridondanti nella spiegazione, avevano sempre riferimenti storici, antropologici, psicologici e curiosità folcloriche.

Il contributo di musiche eseguite dal vivo hanno suggerito ai commensali suggestioni ricche di fascino. I gruppi interessati, soprattutto locali hanno avuto modo di esprimere professionalità e originalità. Non sono mancati gli incontri pubblici a tema come il convegno su Bartolomeo Sacchi detto “il Plàtina”, svoltosi a Piadena città natale del celebre umanista, quello sul melone Mantovano IGP, svolto a Viadana in occasione della Festa del melone, i diversi appuntamenti con le “soste gradite”, disseminate lungo i percorsi di visita turistica in luoghi di rilievo storico monumentale per suggerire ai visitatori sapori e gusti del territorio e gli aperitivi di tarda mattinata in occasione dell’apertura di fiere e sagre nei comuni partecipanti. L’assidua presenza del pubblico alle varie manifestazioni, nonostante la frequente inclemenza del tempo, ha fornito una solida testimonianza dell’interesse suscitato da simili iniziative da parte dei consumatori sempre più interessati alla storia ed alle tipologie produttive delle tipicità locali che vantano antiche tradizioni.

Il progetto Akropolis che era stato pensato proprio con l’intento di suscitare l’attenzione delle popolazioni residenti non meno che dei turisti che nella stagione estiva visitano i luoghi di rilievo dei territori delle province di Cremona e Mantova sulle produzioni tipiche locali connesse con le emergenze ambientali, storico antropologiche e culturali del territorio, ha così trovato la sua più esplicita e concreta legittimazione che da più parti ha fatto avanzare il proposito di replicare l’esperienza in modo da farla sempre più aderire alle esigenze locali, in una prospettiva di offerta turistico ambientale in grado di varcare i confini provinciali e regionali.
Alla riuscita delle manifestazioni hanno validamente contribuito le amministrazioni dei comuni interessati, le associazioni locali e le Pro Loco, interagenti con le popolazioni locali.
Una particolare menzione va fatta alle visite guidate e cantieri aperti
Le guide turistiche incaricate hanno inteso valorizzare luoghi non comuni per la visita turistica, d’intesa con le amministrazioni locali (giardini di Villa Medici del Vascello, la villa Ugolani Dati o la visita al Museo Archeologico del Platina e alla chiesa di S.M. Assunta in Viadana) e anche attraverso modalità nuove legate ad un turismo sostenibile e attento. Un turismo “slow” per poter leggere luoghi, ambienti, dettagli paesistici con visite anche notturne come a Castelponzone di Scandolara Ravara o prima dei concerti della rassegna Musica di Terre d’Acqua. In coerenza con l’idea fondante dell’intero progetto del “fare sistema”, il programma operativo delle manifestazioni contiene espliciti nessi, concettuali ed operativi, con le attività dei Distretti culturali presenti sul territorio di riferimento. In particolare, sono previsti collegamenti diretti con l’iniziativa “Cantieri aperti” del Distretto culturale “Le regge dei Gonzaga” e con le attività del Distretto culturale della Provincia di Cremona.


Le provenienze registrate dalla province di Cremona, Mantova, Parma, Reggio Emilia e Milano, i numeri non sono stati elevati, ma rilevanti per realtà piccole. Le guide turistiche attivate sul territorio hanno riscontrato interesse generalmente all’iniziativa anche se la comunicazione, soprattutto prima dei concerti, andava curata maggiormente anche dalle realtà locali..
Tuttavia i contatti e il percorso avviato darà modo di continuare rapporti con le amministrazioni comunali e con l’associazionismo garantendo, a chiusura delle attività di progetto, la presenza in particolari periodi dell’anno, in cui sarà possibile individuare giornate dedicate a percorsi di visita e di scoperta del territorio anche in riferimento a progettualità già consolidate sia in termini di valorizzazione gastronomica con l’attività delle Strade del gusto di Cremona e Mantova, sia in termini di percorsi turistici del Gal Oglio Po, del ST Po di Lombardia e dei percorsi provinciali.

Finalità condivisa dai partecipanti e dalle organizzazioni locali
Scopo del percorso e della proposta integrata fra cultura e storia, arte e gastronomia, saperi e sapori resta quello di rafforzare ed utilizzare risorse umane in grado di garantire una presenza significativa e costante per il mantenimento dei servizi sperimentati. Le proposte di scoperta hanno inteso coniugare la visita guidata del bene oggetto dell’intervento e del territorio circostante, la proposta culturale e le proposte enogastronomiche e ricettive dell’area di riferimento.
Tutti i servizi attivati hanno cercato di integrarsi in eventi e manifestazioni già consolidate a livello territoriale ampliando non solo il numero dei partecipanti ma diversificando target (giovani e famiglie con bambini) e provenienze.

Il calendario delle iniziative 2012

Le realtà coinvolte in ordine cronologico:

1.    I Sapori della Bassa - San Giovanni in Croce 5-6 maggio

Grande kermesse di inizio estate tutto il paese si è mobilitato per rinnovare l’evento e presentare i lavori di ristrutturazione della villa Medici del Vascello, 27 eventi in due giorni ben coordinati e molto apprezzate le degustazioni guidate e la cena “Parole e Musica” . Da rilevare la sinergia attivata in ogni contesto del paese che ha privilegiato i prodotti tipici e tradizionali nonché la cucina locale nelle strutture del paese (bar e ristoranti) e negli stand gastronomici presenti lungo le vie;


2.    Nella Terra dei Gonzaga - Commessaggio 12 maggio 

Iniziativa interamente dedicata al progetto di recupero del torrazzo gonzaghesco sostenuto da fondazione CARIPLO, a corollario dell’importante appuntamento culturale le “soste gradite” degustazioni guidate con intrattenimento musicale hanno allietato i presenti numerosi e interessati agli abbinamenti proposti;

3.    Gusti e cultura ai tempi del Platina - Piadena 19-22-25 maggio

Altro appuntamento di altissimo livello culturale, dedicato ad uno dei “padri” della tradizione gastronomica locale Bartolomeo Sacchi detto il Platina, nato proprio a Piadena. Prima del convegno la visita guidata e poi la sala affollatissima ha visto la prolusione del nostro esperto gastronomo Gilberto Polloni che ha presentato il progetto Akropolis con ampi riferimenti al “saper vivere” del Platina, a seguire la relazione della proff.ssa Campanini, ricercatrice di Storia medioevale presso l’università degli Studi di Scienza Gastronomiche di Pollenzo che sapientemente ha descritto l’opera del Platina e la sua attenzione al “cibo del territorio” nonché al come “affrontare serenamente, saggiamente e igienicamente la vita” curioso approccio salutistico al cibo e alla vita in generale;

4.    Festa del Lambrusco- Viadana 19-20 maggio giornate

Intense e ricche di appuntamenti con protagonista il vino locale “Lambrusco mantovano” in un evento consolidato e noto che purtroppo ha visto il maltempo. Le presenze, ridotte rispetto ai numeri delle scorse edizioni, erano sempre interessate sia di bambini con le loro famiglie presenti al laboratorio del pomeriggio sia di adulti all’appuntamento “soste gradite”;

5.    Auto e Sapori nelle terre dei Gonzaga - Rivarolo Mantovano 3 giugno

Insolito evento che ha unito motori e sapori il 7° raduno di moto e auto d’epoca ha offerto un matrimonio intrigante con i prodotti tipici in location assolutamente suggestive come i portici gonzagheschi e la cantina Bresciani, pluripremiata per il suo lambrusco semisecco “Rodomonte 58”. La valorizzazione delle produzioni vinicole insieme ai prodotti della Strade dei vini e dei sapori di Cremona e Mantova hanno creato un interesse notevole dei cultori del mondo dei motori;

6.    Festa del Melone - Viadana 23-24 giugno

Questa Festa è alla 45a edizione e trova un riscontro notevole ogni anno. La nostra proposta non ha fatto altro che arricchire un programma già fitto e di qualità. La dolcezza e la gustosità del prodotto si abbina benissimo ai salumi e ai formaggi delle nostre terre di confine Mantova e Cremona. Riscontro assai positivo del repertorio di canti della tradizione popolare che hanno animato le vie del centro coinvolgendo turisti, passanti e residenti. Molto apprezzati anche l’intrattenimento per bambini “L’accademia del gioco dimenticato” e la conferenza “Il dolce gusto della vita: l’utilizzo del melone in cucina”;
 
7.    I giovedì d’estate - Casalmaggiore 5 luglio.

Per Casalmaggiore una novità assoluta un Convivium con figuranti in costume, la rappresentazione della tavola sontuosa del ‘400 sulla piazza e la tavola del territorio con degustazione guidata per tutti. Animazione spettacolare con esibizione di gruppi storici anche locali;

8.    Sagra di Luglio - Castelponzone di Scandolara Ravara 14-15 luglio e 21-22 luglio

Evento ricchissimo in due week end ravvicinati a suggellare il riconoscimento di Castelponzone nei borghi più belli d’Italia, avvenuto a maggio. Un caleidoscopio di eventi per tutti i gusti. E a tal proposito, tra gli altri, due eventi gastronomici leggendari: “La magia dei sapori” laboratorio per bambini dai 5 ai 9 anni e I cinque sensi nel piatto, cena con gestazione guidata e intrattenimento musicale, realizzata sotto i portici per un improvviso temporale ma di grande successo e con tantissima gente. Molto suggestivi ed intriganti la visite notturne “borgo sotto le stelle” nel paese letteralmente incantato;

9.    Festa del Melone - Casteldidone 28-29 luglio.

Riproporre una cena al Castello Villa Mina della Scala è come ritornare indietro nel tempo. Piacevolissima serata con la contessa presente fra i commensali. Degustazione guidata con menu originale e gustoso che ha saputo valorizzare il protagonista della serata il melone di Casteldidone. Maestria in cucina che ha dovuto strutturarsi all’aperto, ma mantenendo qualità e servizio di primordine. Non meno partecipato l’aperitivo al Castello con visite guidate molto partecipate anche da turisti di prossimità;

10.    La notte bianca - Sabbioneta 7 settembre.

La cittadella dell’UNESCO potrebbe anche fare a meno di proposte per la visita, ma innovare aiuta a raggiungere anche target diversi. I cinque sensi nel piatto hanno catturato anche un pubblico giovane e famiglie. Degustazione guidata alla riscoperta dei prodotti e della cucina locale all’insegna del BIANCO ispirato al bianco mangiare di antiche nobiltà, ma anche alle carni e ai formaggi tipici. Un menu originalissimo ispirato alla via lattea e alle costellazioni che nella notte bianca si vedono sempre e accompagnamento musicale in sintonia. Il giardino di Palazzo Giardino, location spettacolare anche per illuminazione e disposizione scenografica dei commensali;

11.    Festa dello Zafferanone - Viadana 7-8-9 settembre.

Il tema era segnato da tempo e ispirato a Vincenzo Gonzaga in occasione della visita a Viadana nel settembre 1580. E’ stato facile sintonizzarsi con l’aperitivo e la ricetta con la ZUCCA del periodo dei Gonzaga dove Rubes, uno dei nostri esperti gastronomi, ha dato il meglio di sè;


12.    Prodotti Tipici a Corte – Corte Castiglioni, Marcaria 15-16 settembre 2012.

Il complesso ospitante è veramente scenografico e l’intreccio tra visite guidate, mercato dei sapori e aperitivi con gusto non hanno fatto che confermare l’importanza di creare sempre nuove sinergie anche con realtà nuove. L’ecclettico Rubes si è speso in 5 turni di degustazione narrando con pazienza e passione i nostri prodotti facendo gustare con tutti i cinque sensi;

13.     Concerto in Villa Ugolani Dati - Cella Dati 6 ottobre

Degustazione guidata dopo il concerto in Villa, momento piacevole dopo musiche di altissimo livello. Dopo aver rinfrancato lo spirito i partecipanti hanno degustato i salumi e i formaggi dei territori cremonesi e mantovani accompagnati dal Re Rosso delle bollicine: il lambrusco mantovano DOC.

Oltre 200 eventi coordinati e narrati con un’unica regia, n. 70 persone coinvolte fra esperti gastronomi, assaggiatori ONAF, sommelier, artisti, personale a supporto. Uno sforzo notevole che sicuramente traccerà un solco di capacità sinergica, di aggregazione spontanea, di volontà di coordinamento che il Gal Oglio Po sa già fare, ma che va sempre innovato e supportato con professionalità adeguate.


Akropolis- il territorio si racconta – La comunicazione

Promuovere e comunicare un progetto così variegato non è stato facile, tuttavia lo studio grafico e lo studio di comunicazione hanno lavorato in sinergia per diffondere al meglio tutti gli eventi presentati integrati spesso con iniziative esistenti.
Individuare il logo delle rassegne è stato l’elemento unificante da subito.. non solo con la ricerca dell’immagine e del logo, ma anche dei colori e dei caratteri. L’insieme è risultato gradevole e azzeccato, rispondendo alle necessità dei diversi comuni e delle associazioni coinvolte.
Molto il materiale prodotto e utilizzato per intero con un’attenzione alle divulgazione capillare nelle diverse località ma anche a fiere, mercati di rilevanza regionale, nazionale e internazionale. Un’anteprima alla Bit 2012 ha annunciato attraverso simpatici segnalibri La tavola del Territorio e La musica di terre d’acqua incontrando il gradimento del pubblico generico e qualificato.

I numeri:


- segnalibri n. 200
- locandine n. 1.500 copie
- totem trifacciali n. 14 di cui 2 stanziali uno alla sede del Gal e uno allo IAT di Cremona
- volantini dei programmi generali 10.000 copie
- tovagliette 1.000 copie
- depliant dedicati ad ogni evento: (1.000/1.500 per ogni evento ) 15.000 complessivi
Da segnalare la presenza di tovagliette/gadget utilizzate in loco per l’evento ma anche distribuite in esercizi pubblici per poter promuovere tutte le iniziative di Akropolis


Media e social network.

Oltre a comunicati stampa inviati alle testate locali, regionali e nazionali si lavorato molto sui siti istituzionali e non raccogliendo un notevole gradimento. In particolare il lavoro sui social network (Facebook e Twitter) ha trovato riscontro in un pubblico diversificato, giovane e con provenienze interessanti anche estere, come si evince anche dal materiale allegato.

Indicatori “Mi piace” pagina Facebook Akropolis:

PAESI
- 236 ITALIA: LOMBARDIA, Cremona, Crema, San Giovanni in Croce, Casteldidone, Brescia; EMILIA ROMAGNA, Bologna
- ESTERO: 3 USA; 2 GIAPPONE; 2 FRANCIA; 1 LITUANIA; 1 SLOVACCHIA; 2 REGNO UNITO

Rassegna Stampa:

·    pubblicazione Bresciatourism Guestbook (rivista semestrale dedicata a chi soggiorna nelle strutture ricettive della Provincia di Brescia)
·    banner pubblicitario da maggio a dicembre 2012 sul sito www.stradadelgustocremonese.it
·    Magazine settimanale Più in abbinamento al quotidiano La Provincia di Cremona, uscita pubblicitaria del 28 aprile
·    Quotidiano La Provincia di Cremona: articoli n. 22: 25 aprile; 22 maggio; 3 – 6 -15 - 29 giugno; 5 – 6 – 7 – 21 – 22 luglio; 5 agosto; 2 – 5 – 7 – 9 settembre (n. 2 articoli)
·    Inserto Quotidiano La Provincia di Cremona “2012 Estate Viadana” del 22 giugno
·    Periodico bimestrale Pro Loco di Casalmaggiore di giugno
·    Magazine settimanale Più in abbinamento al quotidiano La Provincia di Cremona “Speciale Piazza di Spagna” del 30 giugno
·    Il Piccolo Giornale, bisettimanale 4 maggio – 28 luglio
·    La Voce di Mantova 3 giugno – 9 settembre – 15 settembre
·    Gazzetta di Mantova 6 settembre

Uscite Online:


1.    Italia a tavola
2.    Itinerari e sapori
3.    Vivere Cremona
4.    Cremonaonline
5.    Cremonaoggi
6.    Po di lombardia
7.    Cremona mondo del gusto
8.    Mondo del gusto
9.    Golf club Jesolo
10.    L’Inviato quotidiano
11.    Virgilio, Solarolo Rainerio
12.    Virgilio, Viadana
13.    Virgilio, Marcaria
14.    Golf Crema Resort
15.    Youmpa
16.    Rete rurale
17.    Leggievai
18.    Finesettimana
19.    Vivituscia